Statistiche di accesso
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Merateonline > Cronaca > dal territorio
Scritto Domenica 30 maggio 2010 alle 18:47

Paderno: Ť morto Renato ViganÚ, sindaco dal
1975 al 1985, fondatore della Cooperativa.
Un socialista d'altri tempi

Paderno D'Adda

E` morto Renato Vigan?. Aveva 86 anni. Lascia la moglie Cleofe e le due figlie, Franca e Manuela. I funerali si svolgeranno alle 14,30 di luned?, 31 maggio, nella parrocchiale, ma da mezzogiorno, i cittadini potranno rendere omaggio alla salma nella camera ardente allestita, dall`amministrazione comunale, nell`ex sala consigliare di piazza del municipio.

?

?

Un`immagine recente di Renato Vigan?

?

Per ricordarlo, sui muri del paese sono comparsi manifesti della famiglia, della Cooperativa e del Comune. Incessante la coda dei cittadini che hanno raggiunto la sua casa di via Gasparotto per un ultimo saluto.

Dalla met? degli anni settanta, e per due legislature, Vigan? era stato eletto sindaco di Paderno d`Adda. Nel 1945, era stato tra i fondatori della Cooperativa " La Fratellanza " piccolo supermercato della catena Coop che, subito dopo la guerra, aveva salvato, con spese a credito, molte famiglie in difficolt? economiche. E` stato anche uno dei socialisti storici della Brianza lecchese. Alla Edison prima e all`Enel poi, dove aveva lavorato per quarant`anni, aveva raggiunto posti di responsabilit?. Consigliere comunale dal 1948, nell`unica giunta di sinistra (Pci-Psi) del lecchese, assessore gi? dalla fine degli anni sessanta, Renato Vigan? ? stato sindaco dal 1975 al 1985, concludendo la sua carriera di amministratore sui banchi della minoranza. Ovvero nell`unica legislatura (1985-90) nella quale la sinistra aveva perso le elezioni comunali.

?

?

Una bella immagine di Renato Vigan? con una nipotina

?

"Ho trovato un ritaglio di giornale col quale si riportava la vittoria della sinistra nel 1990 - diceva ieri la figlia Franca - pap? lo aveva conservato. E` stato un grande uomo. Ci ha insegnato molto. Certo a casa, magari a giocare con noi, non c`era davvero molto, ma la sua presenza si faceva sentire per l'impegno che metteva in ogni situazione. Per molti, a Paderno e in Brianza ? stato un punto di riferimento. E' stato poi un bravissimo nonno".

?

?

?

Renato Vigan? inaugura la pelestra di Paderno con Iole Colnaghi

?

Sempre pronto a fare la sua parte, nonostante fosse malato solo mercoled? scorso Vigan? si era fatto accompagnare nella sua amata cooperativa. ?Devo preparare gli stipendi? aveva detto in casa. Venerd? sera era stato ricoverato al Mandic di Merate per una malattia che l'aveva colpito da qualche tempo.

Al nipote Matteo, che lo accompagnava, aveva chiesto subito il cellulare. ?Devo chiamare per gli stipendi? gli aveva spiegato.

Le sue condizioni sono apparse subito preoccupanti. Nonostante i tentativi della rianimazione, alle 23,30 di sabato sera ? morto. ?E' stato un buon sindaco, ci ha insegnato la lealt?, l'onest? e la dignit? che sempre devono accompagnare l'impegno di chi ricopre cariche pubbliche - ha spiegato il sindaco Valter Motta giunto in via Gasparotto per un omaggio alla salma e un saluto alla famiglia.

?

?

?

Renato Vigan? insieme a Monsignor Giovanni Bianchi

?

?Sono stato in consiglio con lui, quando era sindaco e quando era consigliere di minoranza. Renato Vigan? lascia a tutti un grande ricordo? ha poi aggiunto l'assessore al bilancio Gianpaolo Villa. Con loro anche l'intera giunta. ?Ricordo ancora quando mi caricava sul sedile posteriore del suo ?Galletto? (mitica moto della Guzzi ndr) e mi portava a fare un giro sul Ghisallo? raccontava anche Luciano Oggioni, fino a qualche settimana fa presidente dell'Associazione Sportiva Padernese.

Accanto a loro per una preghiera, il parroco don Antonio Caldirola. Socialista da sempre, Renato Vigan? era stato anche grande amico di Ugo Festini, socialista come lui, negli anni cinquanta ragioniere dello Stato. Ad Ugo Festini, Paderno ha peraltro intitolato una via. Nel 1995 un grande dolore aveva colpito la famiglia. Andrea, 14 anni, figlio di Paolo e Franca, era morto dopo un incidente in motorino. Un dolore immenso, non poteva fare a meno di ricordare quei momenti terribili.

?

?

?

L`ex sindaco di Paderno d`Adda insieme a Monsignor Giovanni Bianchi

?

Cinque anni dopo, era morto improvvisamente anche Pierpaolo, padre di Andrea. Da oltre cinquant'anni accanto alla moglie Cleofe, era affezionatissimo alle due figlie, Franca e Manuela, nonch? ai generi, ma l'affetto enorme era anche per i nipoti, Matteo e Chiara. Ricordava ieri Peppino Panzeri, che da socialista, consigliere della cooperativa e assessore, con Vigan? ha condiviso moltissimo. ?Dobbiamo a lui se la nostra Cooperativa ha le basi tanto solide. Spaccava sempre il cappello in quattro, ma tutto questo ci ha sempre salvato da situazioni difficili. Il suo impegno era costante. Non mancava mai, n? in Comune n? alla riunioni di partito pi? importanti?.

Dopo la morte improvvisa, tre anni fa, del presidente della ?Fratellanza? Angelo Riva (?Fournaseau?) che aveva solo 63 anni, aveva rinnovato il suo impegno. ?Non ? giusto. Angelo ci ha dato molto. Il nostro impegno non pu? venire meno? diceva con calore. Infanzia e adolescenza vissuti durante gli anni del fascismo, Renato Vigan? aveva sempre difeso con forza le libert? democratiche nate dalla Resistenza. Lo testimonia uno dei tanti saluti che, durante i mandati da sindaco, aveva pubblicato su ?Il Ponte? giornale dell'amministrazione comunale di Paderno d'Adda. Adesso ci ha lasciato. Ad accompagnarlo domani nell'ultimo viaggio ci sar? l'intero paese. Ne siamo certi. Mancher? a molti. A noi certamente.

?

Sergio Perego

?

Per visualizzare l`articolo scritto da Renato Vigan? su "Il Ponte" in occasione della ricorrenza del 25 aprile 1982 clicca (qui) (prima parte) e (qui).



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco